Il primo passo è quello più importante

La prima cosa che ti viene fatta fare dal momento che ti iscrivi in palestra, è quella di presentarti all’istruttore di sala e lui ti compilerà la prima scheda di allenamento che è uguale identica a quelle delle altre persone.

Il problema principale, non è la scheda, ma la mancanza di alcuni dati importanti e di alcune informazioni specifiche, che sono il motore dei tuoi risultati finali. Senza questi dati, non otterrai mai il corpo che hai sempre desiderato.

Il mio obiettivo in questo articolo, è quello di farti capire l’importanza di avere sotto mano e sotto i tuoi occhi, questi dati di cui ti sto parlando, prima di iniziare a toccare i pesi. 

Ti sto parlando di:

  • Circonferenze
  • Pliche (millimetri di grasso corporeo)
  • Peso – età – altezza
  • Analisi posturale
  • Stato metabolico

Senza questi dati, non saprai se la scheda di allenamento e il tipo di alimentazione che stai facendo ti stanno dando realmente risultati oppure no.

La cosa che a mio avviso viene ancora prima di tutto, è l’analisi posturale. Senza un controllo della tua postura, non puoi e non devi assolutamente allenarti. 

Ti spiego il perché:

Se la tua postura è errata, significa che alcuni muscoli sono contratti, tesi come delle corde di violino. Di conseguenza queste corde, tirano e modificano la postura, alterando alcune curve fisiologiche.

Allenarti con una postura errata comporta gravi rischi, come infortuni alle varie articolazioni, ad esempio alle spalle e ginocchia che sono le più soggette. 

In più, rischierai di peggiorare la tua postura, perché il body building è uno sport di contrazione muscolare e non otterrai mai risultati gratificanti in termini di ipertrofia perché le parti contratte sono poco ossigenate e irrorate dal sangue. 

Per avere una buona crescita muscolare, devi assicurarti che il tuo corpo sia flessibile, e i tuoi muscoli siano rilassati.

Solo così riuscirai a svolgere esecuzioni con il massimo range di movimento e a trarre il massimo da ogni tuo allenamento. 

Adesso voglio mostrarti in ordine, i passi che ho seguito con un mio nuovo cliente di 25 anni, che ha deciso di iniziare un percorso di personal training con me. 

1° passo: le misurazioni (circonferenze e pliche)

Per quanto riguarda le misurazioni, ognuno di noi ha una propria struttura corporea. C’è chi ha meno grasso e più muscoli, chi ha più grasso e meno muscoli, chi è in sovrappeso, quindi è rotondo da per tutto e così via.

In poche parole, ognuno ha una propria composizione corporea. Il ragazzo in questione ha una struttura corporea abbastanza esile, quindi si è rivolto a me per aumentare la massa muscolare e apparire finalmente più voluminoso e meno secco.

Una volta elaborate le misurazioni prese, è emerso che:

Massa magra: 53.98 Kg – 91.49%

Massa grassa: 5.02 Kg – 8.51%

Da questi ulteriori dati puoi ben vedere, che il mio nuovo cliente ha una massa grassa bassa. Quindi il suo obiettivo sarà quello di aumentare la massa magra.

2° passo: analisi posturale

Qui viene il bello! Se guardi bene le foto, puoi accorgerti tu stesso che la postura è completamente errata. Quindi entra in gioco avere qualche informazione in più, del tipo, che lavoro svolge il ragazzo.

Vita 90% sedentaria causa lavoro, passata seduto in macchina, davanti ad’una scrivania o in treno.

Sport: a causa di un infortunio grave alla caviglia, ha smesso di giocare a calcio circa 5 anni fa.

Analizzando bene le foto, sono riuscito a capire che:

  • Il collo è in avanti;
  • Una spalla è più altra dell’altra;
  • Entrambe le spalle sono anteriorizzate (in avanti), soprattutto la destra. Come infatti, andando sullo snowboard, si è lussato proprio la spalla destra;
  • Presenta una cifosi dorsale (la curva posteriore della schiena che si trova all’altezza delle spalle);
  • La curva lombare è quasi inesistente. Di conseguenza il bacino è ruotato in modo errato, come infatti, il gluteo non è sviluppato;

In poche parole la sua postura non è corretta per niente.

Andiamo a capire il perché:

Attraverso dei test posturali sono andato ancora più in profondità per valutare la sua mobilità.

Ad esempio attraverso questi semplici movimenti che vedi nell’immagine qui sotto, ho notato che i femorali (muscoli posteriori della coscia) erano molto contratti. Non riusciva ad alzare la gamba e formare un angolo di 90° e aveva difficoltà nel distendere le braccia verso l’alto mantenendole completamente dritte.

Da tutti questi test di valutazione, è emerso che: addominali, ileopsoas, glutei, femorali e polpacci, sono contratti. Di conseguenza il bacino ha acquistato una postura errata.

Riguardo la parte superiore invece, pettorali, dorsali e bicipiti, anche questi sono contratti.

L’insieme di queste contratture, hanno fatto in modo che la postura del mio cliente si modificasse diventando completamente errata.

In conclusione, se hai una postura del genere, non puoi assolutamente allenarti con i pesi. Rischieresti solo di peggiorare le cose o farti male a qualche articolazione.

Prima di tutto, migliora la tua mobilità. Nel frattempo inserisci degli esercizi che aiutano a migliorare la postura e rinforzano alcuni muscoli. Solo una volta migliorata la tua postura e la tua mobilità puoi iniziare ad allenarti seriamente con programmi di forza e ipertrofia.

RICORDATI: nella maggior parte dei casi, avere una postura errata, significa avere alcuni muscoli contratti. Quando i muscoli sono contratti non rispondono in modo efficiente agli stimoli mandati dall’allenamento.

Questo articolo è finito. Se ti è stato utile e pensi che possa essere di aiuto a qualcun’altro, condividilo. 

Se ancora non lo hai visto, non puoi assolutamente perderti il mio video GRATUITO, sulla crescita muscolare del pettorale, dove ti svelo tutta la verità su come svilupparlo nel migliore dei modi.

Al suo interno troverai informazioni che raramente vengono dette e soprattutto ti svelerò come sono riuscito a passare da 100 kg a 135 kg di panca piana, seguendo semplici step. 

Clicca sul link per vederlo subito:

VIDEO GRATUITO SULLA CRESCITA MUSCOLARE DEL PETTORALE

Al tuo successo, 

Umberto

WORK HARD, PLAY HARD

Umberto Giannotta – Via Pietro Tacchini, 19 – 00197 Roma – P.IVA 12513171004
Tutti i Diritti sono riservati. E’ vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale
DISCLAIMER
Sottoscrivendo materiale dell’Editore, riconosci e accetti espressamente che non stiamo offrendo in alcun caso promesse, suggerimenti,
proiezioni, rappresentazioni o garanzie di alcun genere in merito a prospettive di lucro future o guadagni in relazione al tuo
acquisto di prodotti di Umberto Giannotta e / o servizi, e che non abbiamo autorizzato alcuna proiezione, promessa o rappresentazione da parte
di soggetti terzi, interni o esterni all’azienda.
Privacy Policy